2.03 GB MKV H264 / AC3 DVD 576p 756×576
Titolo originale: Sotto il sole di Roma
Nazione: Italia
Genere: Commedia, drammatico
Anno: 1948
Durata: 95′
Regia: Renato Castellani
Cast: Alberto Sordi, Luigi Valentini, Oscar Blando

Roma periodo bellico – Ciro, diciassettenne, figlio di una guardia notturna, residenti presso la Basilica di San Giovanni, passa le sue giornate oziando con gli amici del quartiere, con frequenti bagni alla marrana, caratteristico ruscello della campagna urbana. Presso il Colosseo vive un tale Geppa, così chiamato per la sua buffa capigliatura che ricorda quella di Mastro Geppetto, un povero ragazzo che si guadagna da vivere raccogliendo e rivendendo cicche di sigarette. Iris, coetanea e dirimpettaia di Ciro, ne è da sempre innamorata ma puntualmente respinta. Con l’arrivo delle truppe d’occupazione naziste dopo l’Otto Settembre, Ciro è costretto a nascondersi in casa di Iris, per evitare reclutamento forzato e deportazione. Un giorno gi…[Leggi tutto]
FavoriteLoadingAggiungi ai Preferiti

Sotto il sole di Roma (1948) DVDRip 576p – ITA 2.03 GB

|
  • VN

    Grazie, dico davvero. Avete regalato una magnifica serata di cinema a tre amici stanchi di Netflix. Il secondo Novecento italiano ha prodotto un tale numero di grandi registi che un altissimo talento come Renato Castellani è ormai (ingiustamente) dimenticato. Questo film è un piccolo capolavoro, e onore al Mereghetti per avergli dato un rarissimo 3 e 1/2 e avermelo fatto guardare: “un’audace mescolanza di dramma e commedia, che sarebbe stata rivalutata come una strategia fondamentale nel rinnovamento del Neorealismo”. Preso dalla strada, Golisano, con la sua indimenticabile faccia da teppista buono, interpreterà “Miracolo a Milano” e poco altro prima di ritirarsi ancora giovanissimo dalle scene.
    Il vostro catalogo del cinema italiano è sempre più prezioso. Tra le poche cose importanti che mancano in una bella versione: “Sciuscià”, “La famiglia” (uno dei tre capolavori di Scola, da proporre forse nella versione più lunga, director’s cut) e “Roma ore 11″ di De Santis, che non è stato solo il regista del celebre e celebrato “Riso amaro”, e che compone un ritratto corale di donne come nessun altro in quegli anni.